Sei in: Home Page > Facilities > 1- Citofluorimetria > 1- Citofluorimetria: il servizio

1- Citofluorimetria: il servizio

La citofluorimetria è un processo che offre un metodo incredibilmente flessibile per la caratterizzazione di cellule in sospensione e permette di analizzare simultaneamente parametri fisici e caratteristiche di fluorescenza di molte migliaia di cellule ogni minuto. Questa metodica, che integra tecnologie che utilizzano fluidica, ottica, piezoelettrica, computer-grafica, fluorescenza ed immunobiologia, è in grado di "raccontare la storia" delle cellule raccogliendo notizie che riguardano il ciclo cellulare, i marcatori di superficie, la chimica, la genetica, la fisiologia e la morfologia di singole cellule presenti in popolazioni cellulari eterogenee. Questa tecnologia è inoltre applicabile per la separazione fisica di una cellula o di una particella di interesse da una popolazione eterogenea, ed è chiamata cell sorting. Ogni cellula può essere analizzata per i suoi parametri fisici e proprietà fluorescenti per poi essere separata dal resto della popolazione eterogenea. La citometria a flusso è un processo analitico nel quale una sospensione di cellule o di particelle viene immessa in un apposito strumento. Per il principio di focalizzazione idrodinamica di particelle, un tampone isotonico viene fatto scorrere attraverso un ugello molto piccolo producendo una corrente di liquido molto sottile, come il capello umano. Le cellule sono iniettate in questo flusso una alla volta e colpite da una o più sorgenti luminose ad una opportuna lunghezza d'onda. Sensibili rilevatori di luce raccolgono i segnali ottici emessi dalle cellule. Se una cellula presente nella sospensione è stata resa in qualche modo fluorescente, i segnali di luce e di fluorescenza generati dalle cellule durante questo passaggio vengono convertiti da un convertitore analogico-digitale, digitalizzati ed inviati ad un computer che li trasforma opportunamente e li proietta sul monitor, permettendone l'analisi.