Sei in: Home Page > Facilities > 1- Citofluorimetria > Utilizzo dei FACSCaliburs

Utilizzo dei FACSCaliburs

A tutti i laboratori afferenti al CERMS è consentito l'utilizzo dei citofluorimetri, nel rispetto delle normative che regolano l'accesso al servizio di Citofluorimetria del CERMS.
Attenersi a queste direttive è necessario per poter accedere al servizio.

Questi strumenti sono localizzati in uno spazio condiviso da personale afferente al CERMS che lavora nei Laboratori che ospitano gli strumenti: per favore siate rispettosi delle persone che lavorano li!

L'utilizzo diretto dei FACSCaliburs (operazioni di acquisizione, analisi, funzionamento e manutenzione giornaliera) è consentito al personale CERMS autorizzato che ha conseguito l'abilitazione con training teorico-pratico di citofluorimetria ed ha acquisito esperienza annuale su strumentazione FACSCalibur/FACStation. Pertanto, tutti coloro che non hanno conseguito l'abilitazione all'utilizzo del citofluorimetro devono prendere appuntamento con il personale autorizzato CERMS, per le operazioni di acquisizione, analisi, funzionamento e manutenzione giornaliera eseguite nel rispetto delle normative che regolano l'accesso al servizio di Citofluorimetria del CERMS.
Per favore non tentate di usare questo strumento senza aver conseguito l'abilitazione ufficiale del CERMS con training teorico-pratico.

Le prenotazioni per l'utilizzo dei FACSCaliburs devono essere fatte via internet presso il sito del CERMS nell'apposito calendario di prenotazioni. Includere il nome dell'operatore, il nome del PI e laboratorio di provenienza, numero di telefono, l'experimental goal ed il tempo necessario per l'acquisizione o l'analisi.

Per l'utilizzo dei citofluorimetri è obbligatorio prenotarsi. Tale prenotazione è obbligatoria anche nei giorni festivi o fuori dagli orari di apertura dei Laboratori di Immunologia dei Tumori ed Ematologia Oncologica.
Si ricorda che, in assenza del personale afferente ai Laboratori di Immunologia dei Tumori ed Ematologia Oncologica, tali laboratori devono essere chiusi a chiave al termine dell'utilizzo dei citofluorimetri (lasciando il proprio nominativo alla vigilanza).

Cura e manutenzione dello strumento.

Nell'utilizzare gli analizzatori, seguire attentamente le procedure di accensione e spegnimento dello strumento (riportate anche nella parte anteriore dello strumento). Quando avrete completato il vostro esperimento, eseguire SEMPRE le operazioni di pulizia, lavaggio, riempimento e svuotamento delle taniche al termine di ogni utilizzo dello strumento, nonchè la operazioni di lavaggio giornaliero, se si è l'ultimo utilizzatore della giornata o se sono stati acquisiti campioni "particolari", seguendo le procedure indicate su ogni strumento.

La soluzione salina isotonica e le soluzioni per il lavaggio dello strumento sono fornite dalla Core Facility del CERMS.

Nel caso in cui i campioni contengano:

  • agenti infettivi
  • PBMC da donatore non sottoposto a screening per patogeni quali HIV, HBV, HCV, etc.
  • Cellule trasformate con virus come EBV, HTLV-1, herpes saimirii, etc.
  • cellule geneticamente modificate con virus (es. adenovirus, retrovirus, lentivirus, herpesvirus, etc.)
  • cellule infettate o non testate per HIV, HBV, SIV, etc.

i campioni devono essere preventivamente fissati in paraformaldeide per almeno 2 ore prima di accedere al servizio di Citofluorimetria del CERMS.

Queste semplici regole sono indispensabili per un corretto e duraturo utilizzo degli strumenti, per cui è necessario attenersi scrupolosamente ad esse.

Queste procedure devono essere sempre rispettate: non importa il numero di campioni del vostro esperimento! Questa semplice manutenzione aumenterà notevolmente le prestazioni giornaliere dello strumento e minimizzerà i tempi morti per assistenza tecnica. L'omissione ripetuta di queste semplici procedure renderà necessaria la frequente riparazione del sistema fluidico, con il risultato di avere uno strumento non utilizzabile. I laboratori che ripetutamente non utilizzeranno correttamente lo strumento e non rispettassero le normative possono perdere i privilegi per l'utilizzo della facility. Se avete domande circa la manutenzione dello strumento, chiedete!

Per qualsiasi tipo di problema sulle procedure o sul funzionamento dello strumento, per favore contattate:

  • Dr. Paola Cappello - Lab. Immunologia dei Tumori - int. 5737
  • Dr. Silvia Peola - Lab. Ematologia Oncologica - int. 4565
  • Dr. Paola Bernabei - CeRMS - int. 6886

Direttive per l'immagazzinamento dei dati

Per l'immagazzinamento dei dati abbiamo a disposizione, sull'hard disk di entrambe gli strumenti, 2 cartelle (identificate come "Untitled 2" o "Untitled 3"). Createvi una vostra cartella all'interno dell'Untitled 2 o Untitled 3 (usando il vostro nome o quello del vostro laboratorio) e create sottocartelle per DATA e TEMPLATE all'interno della vostra cartella.

Chiediamo che immagazziniate esclusivamente i files dei DATI ed i files degli INSTRUMENT TEMPLATES/SETTINGS dello strumento separatamente nella vostra cartella, all'interno dell'Untitled 2 o Untitled 3. Separando i dati dai settings dello strumento si faciliterà il lavoro del salvataggio dei dati, permettendo la cancellazione efficiente dei vecchi dati senza scartare gli INSTRUMENT TEMPLATES/SETTINGS importanti dello strumento.
NON salvare nel DESKTOP dati o cartelle!

Poiché lo spazio temporale in laboratorio è limitato, è necessario che non usiate per lunghi tempi le stazioni di lavoro del FACSCalibur per analisi di dati sperimentali a meno che assolutamente necessario. Privilegiate l'analisi off-line nei vostri laboratori, se possibile.


Con frequenza trimestrale ogni utente deve trasferire e cancellare dalla memoria dell'hard disk del citofluorimetro tutti i dati acquisiti, onde evitare danni allo strumento causati dalla memoria dell'hard disk sovraccarica.Dopo avviso mediante e-mail, i files saranno comunque cancellati regolarmente per evitare il riempimento dell'hard disk.

Suggeriamo di salvare il prima possibile i vostri dati sperimentali su supporti mobili (entrambi gli strumenti sono dotati di porta USB, porta per floppy disk e masterizzatore CD-ROM). Ricordatevi che siete soprattutto voi stessi i responsabili del backup dei vostri dati!