Sei in: Home Page > Facilities > Cell Sorting

Cell Sorting

La citofluorimetria offre un metodo incredibilmente flessibile per la caratterizzazione di cellule in sospensione e permette di analizzare simultaneamente parametri di light scatter e caratteristiche di fluorescenza di molte migliaia di cellule ogni minuto.

Questa metodica integra tecnologie, che utilizzano laser, fluidica, piezoelettrica, computer-grafica, fluorescenza ed immunobiologia, per "raccontare una storia" che mette insieme il ciclo cellulare, i marcatori di superficie, la chimica, la genetica, la fisiologia e la morfologia di singole cellule presenti in popolazioni cellulari eterogenee.

Questa tecnologia è applicabile per la separazione fisica di una cellula o di una particella di interesse da una popolazione eterogenea, ed è chiamata cell sorting. Ogni cellula può essere analizzata per i suoi parametri di light scatter e proprietà fluorescenti per poi essere separata dal resto della popolazione eterogenea.

Si possono così ottenere informazioni quantitative e qualitative sui livelli di una determinata molecola per rivelare gruppi statistici, con definite caratteristiche, presenti in una popolazione cellulare.

Il cell sorting è una tecnologia con vasti impieghi, sia nella ricerca sia in terapia, nelle applicazioni che richiedono l'isolamento di tipi particolari di cellule. Il cell sorter è uno strumento altamente automatizzato, che permette l'osservazione e l'analisi simultanea di molte migliaia di cellule ogni minuto.

Per il principio di focalizzazione idrodinamica di particelle, un tampone isotonico viene fatto scorrere attraverso un ugello molto piccolo producendo una corrente di liquido molto sottile, come il capello umano.

 



 

Le cellule sono iniettate in questo flusso una alla volta. La sorgente di luce laser è focalizzata sul flusso e sensibili rilevatori di luce raccolgono i segnali ottici emessi dalle cellule. Non appena la luce ed i segnali di fluorescenza generati dalle cellule vengono raccolti, le sort logic boards definiscono se la cellula deve essere separata o no dal resto della popolazione, secondo criteri prestabiliti dall'utente. Le cellule possono essere separate in un ambiente sterile permettendo così la coltura delle cellule recuperate.

Il leader tra questi strumenti è il cell sorter ad alta velocità MoFlo (DakoCytomation) capace di separare cellule a velocità superiori di 30.000 eventi al secondo.

 

Esempio di sottopopolazione cellulare, selezionata nella regione R2, separata con cell sorting (B) da una popolazione eterogenea non separata (A)